Alcune Monete in Lire e Schede Telefoniche valgono una fortuna: ecco quali.

Posted on

Questa scheda telefonica è stata realizzata in occasione della beatificazione di Padre Pio 8.Alcune schede telefoniche hanno veicolato anche un messaggio sociale.

Schede telefoniche autentiche: come riconoscerle Sono numerose le schede telefoniche usate che potrebbero avere un valore economico ed essere considerate quindi una piccola fortuna. Poi ci sono le schede con la banda magnetica orizzontale della serie Rossa e Bianca. Soprattutto se le schede telefoniche in questione sono di quelle rare… Alcuni esemplari introvabili possono arrivare a d avere un valore anche 1.000 euro. Adesso ci sono ancora tantissime schede telefoniche e i collezionisti amano avviare i loro affari su Internet, il loro sito preferito è ovviamene eBay. Prima di tuttO ci sono le schede ‘Pubbliche precursorie‘: schede con una tiratura elevatissima, emesse dalla Telecom e rappresentano le prime schede prepagate con la banda magnetica verticale. Successivamente sono arrivate le schede con la banda magnetica orizzontale della serie ‘Bianca‘ e ‘Rossa‘. Infine, se nella vostra collezione ci sono delle schede omaggio, avete fatto ‘tombola‘, perchè queste ultime sono davvero molto rare e il loro prezzo è abbastanza elevato. Contattaci tramite il nostro modulo di contatto diretto Gli anni ‘80 e ‘90 del secolo scorso sono stati quelli del boom delle schede telefoniche. Le più comuni schede telefoniche da collezione sono quelle emesse dalla SIP.

Ricordate le “vecchie schede telefoniche”?! Ecco il trucco per scoprire quanto valgono!

Tra le schede telefoniche italiane da collezione, quelle vaticane sono tra le più ricercate.

Le schede, inoltre, presentano un angolo tratteggiato da staccare prima dell’utilizzo: più l’angolo sarà intatto, maggiore sarà il valore della scheda. Se hai una collezione che vuoi far valutare oppure vuoi curiosare all’interno del mondo delle schede telefoniche non puoi mancare! Per affrontare seriamente una collezione di schede telefoniche è secondo il nostro avviso, indispensabile procurarsi questi cataloghi. Questo tipo di carte sono poco conosciute e spesso sono state tralasciate dai collezionisti di schede telefoniche italiane. Avete ancora delle vecchie lire in casa, oppure le schede telefoniche? Per tutti quelli che amano collezionare le care vecchie schede telefoniche, ecco alcuni dettagli sulla loro quotazione oggi e dove trovarle. Alcune schede telefoniche valgono parecchio, la loro quotazione può anche arrivare a migliaia di euro. Alcune schede telefoniche ,per esempio, sul sito sono quotate ben 5.000 euro! Ebbene, oggi, alcune di queste schede dalla tiratura limitata possono valere la bellezza di 10mila euro.

Schede telefoniche vaticane da collezione: testimoni di un’epoca

Forse più popolari, ma comunque molto rare (siamo ancora sulla soglia dei 10mila euro) sono le schede della Technicard System dedicate al turismo italiano.

Come non ricordare le collezioni delle schede telefoniche della Sip (poi Telecom Italia) che si facevano negli anni ’90? Le schede, inoltre, presentavano un angolo tratteggiato da staccare per permettere il loro utilizzo: più l’angolo sarà intatto, maggiore sarà il valore della scheda. Le schede precursorie Sida del primo gruppo, cioè realizzate dal 1977 al 1981 sono più rare e ricercate delle ultime (1986-1988). Rare sono le schede Urmet bianche (1985-86) e rosse (1986-1888) realizzate dalla ditta Mantegazza in cartone resistente. Pensate che ci sono schede per le quali un collezionista può arrivare a spendere fino a 2-300 euro fino a 1.000 euro. CLICCA QUI PER CONSULTARE L’ARCHIVIO STORICO DELLA TELECOM Adesso ci sono ancora tantissime schede telefoniche e i collezionisti amano avviare i loro affari su eBay. Le schede omaggio: queste sono davvero molto rare e il loro prezzo è abbastanza elevato. Come sapere quanto valgono le vecchie schede telefoniche? Stiamo parlando delle vecchie schede telefoniche di Sip e Telecom, ormai scomparse con l’avvento della telefonia cellulare, così come le famigerate cabine telefoniche.

Se ne avete ancora qualcuna date un occhio perchè ci sono schede telefoniche che valgono una fortuna

Il grande successo delle vecchie schede telefoniche arrivò negli anni ’90 e il loro principale pregio era quello di poter essere riutilizzate più volte.

Esistono le schede pubbliche precursorie: vecchie schede con una tiratura elevata emesse dalla Telecom. In seguito, sono arrivate le schede con la banda magnetica orizzontale della serie Bianca e Rossa. Quelle più ricercate poiché rare sono le schede Turistiche: prepagate che riproducevano l’immagine dei maggiori monumenti italiani. Hanno un alto valore anche le schede celebrative, come ad esempio la prepagata relativa alla nascita di Telecom Italia o a eventi vari. Controllate bene nella vostra collezione: se ci sono schede omaggio potete ottenere dalla loro vendita un prezzo altissimo. condizioni Per affrontare seriamente una collezione di schede telefoniche è secondo il nostro avviso, indispensabile procurarsi questi cataloghi. Comprende una sezione di catalogazione delle schede “usi speciali” e dei folder da collezione. Negli anni Ottanta e Novanta le schede telefoniche rare sono state terreno di conquista per i collezionisti che le conservavano in appositi raccoglitori. Entrare nel mondo del collezionismo delle schede telefoniche prepagate significa necessariamente rendersi conto che i tipi di schede in circolazione sono molti.

Valore delle schede telefoniche rare

A queste poi sono succedute schede prepagate con tecnologia orizzontale Urmet della “Serie Bianca”, prima, e “Rossa”.

Sono le cosiddette “schede pubbliche commemorative”: quella per il celebre vertice dei G7 del 1994 a Napoli, quella relativa alla nascita della Telecom Italia e molte altre. Le schede italiane avevano un angolo tratteggiato da staccare per utilizzare la prepagata: nel caso di esemplari con l’angolo intatto il valore della scheda cresce sensibilmente. È il caso della “Fontana maggiore di Perugia” della serie turistica delle schede Telecom, che ha alcuni esemplari con l’immagine diversa per inquadratura. Le schede precursorie Sida (dal nome dell’azienda produttrice) del primo gruppo, ovvero quelle realizzate dal 1977 al 1981 sono ovviamente più rare e ricercate delle ultime (1986-1988). Ci sono schede per le quali un collezionista arriva a sborsare fino a 2-300 euro fino addirittura a 1.000 euro. Vecchie monete, banconote in disuso o stampate male ma anche alcune vecchie schede telefoniche potrebbero essere oggetti preziosi e valere molto in termini monetari. Alcune schede telefoniche, utilizzate al posto dei gettoni nelle cabine telefoniche degli anni novanta, possono valere molto perché, ad esempio, appartengono a serie limitate. (Immagine: www.kijiji.it) Chi come me ha avuto a che fare con le cabine telefoniche, non può certo essersi dimenticato delle schede telefoniche della Sip e poi di quelle della Telecom. Prima di tutte ci sono le schede ‘Pubbliche precursorie’: schede con una tiratura elevatissima, emesse dalla Telecom e rappresentano le prime schede prepagate con la banda magnetica verticale.

Alcune Monete in Lire e Schede Telefoniche valgono una fortuna: ecco quali.

Di valore anche le schede ‘Commemorative’ come, ad esempio, la prepagata che dedicata al G7 del 1994 a Napoli, oppure quella relativa alla nascita di Telecom Italia e molte altre.