Intervento PBS di correzione dell’alluce valgo (Parte 2)

Posted on

L’alluce valgo è una deformità che coinvolge il primo dito del piede e che vede alla base della deformità la “varizzazione” del primo metatarso.

Torna in cima Prima di decidere se un paziente sia candidato per un intervento di correzione dell’alluce valgo è importante una corretta valutazione clinica. Infatti in questi pazienti è indispensabile una correzione anche del piattismo del piede attraverso tempi chirurgici a livello del retropiede, essenziali per il buon risultato dell’intervento. Come spiegato la tumefazione quindi il gonfiore nel post-operatorio possono dipendere dalla tecnica chirurgica, ma anche da caratteristiche proprie del paziente o dall’intervento eseguito precedenti interventi chirurgici. L’ obiettivo del trattamento per la cura dell’alluce valgo è indirizzato alla correzione ed al controllo della deformità e della sua causa. Le tecniche chirurgiche principali sono: la sezione distale del metatarso con tecnica Reverdin-Isham, la sezione della falange prossimale tecnica Akin e distacco del tendine del muscolo adduttore. L’utilizzo dell’impianto Endolog nella correzione dell’alluce valgo, grazie alle caratteristiche periostale in assenza di perdite di correzione, problema osservato con altre tecniche di osteotomia distale stabilizzata, consentendo la mobilizzazione precoce dell’articolazione metatarso falangea. • ripresa della deambulazione già nell’immediato post-operatorio con scarpa ad appoggio calcaneare nel caso di associate correzione delle piccolo dita, altrimenti: Correzione alluce valgo con tecnica austin long arm was last modified: dicembre 16th, 2015 by Mariangela Protopapa Altro che laser per raddrizzare un piede storto!

Presentazione sul tema: “TECNICA DI CORREZIONE MINI-INVASIVA PERCUTANEA DELL’ALLUCE VALGO”— Transcript della presentazione:

  • ALLUCE VALGO
  • ALLUCE VALGO DOPO L’INTERVENTO
  • ALLUCE VALGO
  • ALLUCE VALGO DOPO L’INTERVENTO

Magnan) all’intervento di correzione dell’alluce valgo al piede destro con tecnica Bosch.

I punti cardini del trattamento chirurgico dell’alluce valgo sono comuni a tutte le altre tecniche chirurgiche della chirurgia percutanea del piede senza sintesi: Osteotomia di Reverdin-Isham e chirurgia percutanea senza sintesi nella cura dell’alluce valgo sono sinonimi? Nella grandissima maggioranza dei casi comunque si deve eseguire un’osteotomia (resecare l’osso) metatarsale distale che è il tipo di correzione universalmente riconosciuta come la più efficace. Le indicazioni alla chirurgia dell’alluce valgo sono pertanto rappresentate dalla deformità ingravescente con squilibrio biomeccanico, dalla metatarsalgia e dall’intolleranza alle calzature. L’osteotomia metaepifisaria di Chevron (conosciuta in Italia anche con l’eponimo di Austin) è una delle tecniche più diffuse. L’osteotomia di Chevron del metatarso, associata all’osteotomia falangea secondo Akin, è tra le tecniche più diffuse e con risultati eccellenti sotto tutti i punti di vista. • Magnan B., Montanari M., Bragantini A., Bartolozzi P.(1997) Il trattamento chirurgico dell’alluce valgo con tecnica mini invasiva percutanea. • Magnan B., Fieschi S., Bragantini A., Baldrighi C., Bartolozzi P.(1998) Trattamento chirurgico dell’alluce valgo con osteotomia distale percutanea del 1° metatarsale. Osteotomie sec Akin della Falange Prox Resta comunque un intervento cosmetico e di breve durata, in quanto il metatarso resta deviato, continuando, a volte, la sua lenta e inarrestabile deviazione.

Correzione dell’alluce valgo secondo la tecnica di Chevron

  • Osteotomia a “V” del collo del metatarso
  • Trasposizione laterale della testa e sintesi con vite o filo di K.
  • Importante valutare la larghezza del metatarso

Nei casi in cui la tecnica di Austin non garantisce una correzione completa

La scelta della tecnica deve essere effettuata in relazione alla gravità, al tipo di deformità e alla presenza di patologie associate. Mentre la tecnica di correzione percutanea dell’alluce valgo, permette mediante «tre piccoli buchi» di effettuare la correzione senza utilizzo di mezzi di sintesi. Non esiste un gold standard di tecnica chirurgica per il trattamento dell’alluce valgo. SERI) sono state standarizzate e per tale motivo possono essere considerati accettabili per la correzione di un alluce valgo di entità lieve-moderata. I risultati clinici ottenuti con una tecnica mini-invasiva sono del tutto sovrapponibili in termini di dolore post-operatorio, correzione della deformità, soddisfazione del paziente rispetto alle tecniche tradizionali. A seguito di un intervento chirurgico, vi sono anche maggiori probabilità di avere problemi se il vostro alluce valgo si è verificato a seguito di un’altra condizione, come l’artrite reumatoide. Alcune delle procedure chirurgiche per l’alluce valgo sono descritte di seguito: Osteotomia L’osteotomia è il tipo più comune di chirurgia per l’alluce valgo. Consiste nella correzione dell’alluce valgo e delle deformità dell’avampiede ad esso correlate (dita a martello, metatarsalgie, deviazione laterale delle dita, etc.) Molte le tecniche di ultima generazione che offrono il miglior compromesso tra mininvasività e accuratezza della correzione e che risultano più affidabili della tecnica percutanea.

Le complicanze della chirurgia percutanea o mini-invasiva nella correzione dell’ alluce valgo.

  • ALLUCE VALGO CON DEFORMITÀ DELLE ALTRE DITA ASSOCIATE
  • LO STESSO PIEDE DOPO TRATTAMENTO PERCUTANEO SENZA SINTESI

Ma soprattutto sono interventi che se ben compiuti ottengono una correzione definitiva.

Le tecniche mini-invasive che si possono utilizzare per la correzione dell’ alluce valgo sono fondamentalmente due: l’osteotomia sec. L’intervento in chirurgia percutanea per la cura dell’alluce valgo è tecnica operatoria di recente impiego e per ora non molto diffusa. La correzione è infatti mantenuta da un semplice bendaggio, che rende possibile deambulare già il giorno stesso dell’intervento. Eventuale osteotomia della falange basale dell’alluce con sottrazione di piccolo cuneo osseo (osteotomia di Akin) qualora fosse necessario anche correggere l’inclinazione della falange ungueale. L’obiettivo della correzione chirurgica dell’alluce valgo è il ribilanciamento morfologico e funzionale del primo raggio. In ogni caso l’obiettivo principale deve essere il riallineamento del primo raggio mediante la traslazione della testa del primo metatarso verso il secondo (correzione dell’angolo intermetatarsale). Attenzione a non sopravalutare le nuove tecniche minivasive e percutanee per la correzione dell’ alluce valgo. La scelta di questo tipo di intervento verrà decisa durante la visita tenendo conto dell’età, del dolore, della deformità e delle aspettative del paziente dopo l’intervento. L’osteotomia è l’intervento chirurgico più comune per l’alluce valgo.

Questa tecnica è indicata solo in base alla radiografia dell’alluce che mostrerà un angolo inter metatarsale, cioè la divaricazione fra il primo e secondo metatarso.

La correzione chirurgica con tecnica percutanea (mini-invasiva) si esegue attraverso piccole incisioni della cute di circa 5 mm. Si tratta di una tecnica che somma il concetto di mininvasivita della tecnica Austin, alla possibilità, propria della osteotomia scarf,di correggere deviazioni dell’alluce molto severe. Una incisione di circa 25 millimetri viene praticata sulla cute, ben centrata sulla parte dorso- mediale della tipica sporgenza scheletrica dell’alluce valgo. Dei circa 4000 pazienti sottoposti a questa personale tecnica di correzione solo 330 sono stati selezionati per una revisione statistica dei risultati a distanza. Quindi in base al grado di valgismo dell’alluce valgo si può effettuare la tecnica chirurgica appropriata. Anche la tecnica di Austin con le moderne modifiche e’ una tecnica MIS, poiche’ si cerca comunque di minimizzare al massimo l’esposizione dei tessuti profondi. l’intervento chirurgico con la tecnica di Austin, che e’ molto rispettosa per le parti molli, non richiede compressione o immobilizzazione forzata, non e’ particolarmente doloroso. Normalmente questa tecnica è usata per deviazioni da alluce valgo di media intensità ma, con opportuni accorgimenti, si può applicarla anche alle lesioni più gravi. 5bControllo radiografico pre- e post-operatorio per intervento correttivo per alluce valgo con osteotomia distale del 1° metatarsale. Ci sono sempre minime possibilità che un minimo dolore residui dagli interventi di alluce valgo e un trattamento puramente estetico con un minimo dolore residuo è un grave insuccesso.